OurCelebrities

Jamil Qureshi

Keynote Speaker e Autore di The Mind Coach - be the person you really want to be

Keynote speaker che copre i temi della psicologia del miglioramento delle prestazioni. Jamil è anche un esperto dei fattori che rendono le squadre più performanti. Come creatore di Mind Shaping, ha avuto modo di lavorare con una ricca diversità di persone e squadre d’affari e sportive di maggior talento al mondo. Jamil ha fondato e costruito JQED, una boutique di coaching delle prestazioni per persone e squadre sportive di livello mondiale e aziende blue chip in una varietà di settori e aree geografiche. Jamil ha lavorato con 22 golfisti tra cui Colin Montgomerie, Paul Casey, Thomas Bjorn, Sergio Garcia e gli ex numeri 1 del mondo, Rory McIlroy e Lee Westwood.

È stato nominato come il primo psicologo ufficiale a lavorare con la squadra europea di Ryder Cup dal capitano Ian Woosnam. Hanno fatto la storia vincendo con un margine da record. Ha anche lavorato con squadre di Formula 1, con tre squadre di calcio della Premier League inglese e con la squadra di cricket vincente degli Ashes inglesi del 2009. Nel mondo degli affari, Jamil lavora con amministratori delegati e dirigenti di livello intermedio in una varietà di settori. Fino ad oggi, ha lavorato con dirigenti d’azienda in più di 25 paesi negli ultimi due anni, di persona e virtualmente. Il suo obiettivo principale è quello di aiutare i team a realizzare il loro potenziale orchestrando programmi di cambiamento e performance. Ha sviluppato e consegnato programmi di gestione e leadership a livello di consulenza per Coca Cola, Hewlett Packard, Emirates Airlines, Serco, Marks and Spencer e Royal Bank of Scotland.
Ha lavorato per Lloyds Banking Group nel loro ‘Journey to World Class’. Jamil è anche un oratore riconosciuto a livello mondiale su tutti gli aspetti della psicologia della performance, psicologia della leadership, attitudini di leadership, miglioramento delle persone, tecniche di cambiamento culturale e performance di squadra. Degno di nota: è uno dei pochi psicologi esterni a cui è stato permesso di studiare gli astronauti nel programma spaziale della NASA.