Agile Competence Center Workshop

Un percorso per organizzare e mettere a fattor comune le esperienze positive e quelle negative in termini di implementazione della modalità agile in un gruppo internazionale.

OBIETTIVO

L’intervento formativo ha favorito il ragionamento e la messa a fattor comune delle best practices, fornito strumenti «bussola» che hanno aiutato le risorse a muoversi in maniera uniforme e gettare basi comuni di approccio.

TARGET & NUMERICHE

40 persone di diverse aree (azienda multinazionale del settore energetico)

DESCRIZIONE

Il Learning Path, ha previsto momenti online e momenti in presenza. E’ iniziato con un prework portato avanti da remoto su una piattaforma/lavagna collaborativa. Il fine è stato quello di creare un poster interattivo che fungesse da cruscotto delle proprie best practices. In questa fase ogni partecipante è stato seguito da un Agile Coach in una sessione online personalizzata.
Il secondo step, con incontro in presenza, è iniziato con un ice breaking dal forte impatto emotivo improntato sulla metafora della musica. L’esperienza è stata condotta dal Maestro Giorgio Fabbri, direttore d’orchestra e formatore. E’ stato sperimentato così che all’interno dell’orchestra, come in azienda, l’accountability cambia a seconda del momento musicale. Il direttore ha il ruolo di armonizzatore dei processi. Durante la sessione sono stati condivisi i lavori in pre-work e la stesura dell’Agile Corporate Roadmap. In una terza fase di nuovo da remoto con un follow up si sono condivisi gli effetti del lavoro fatto insieme e si è revisionata la roadmap, affinando eventuali punti di miglioramento.